Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /data/vhosts/cinquepietre.org/httpdocs/plugins/system/jabuilder/helper.php on line 265
Inizia la Quaresima... Entrare nei racconti della Passione Verso uno stile comune

Utilizziamo cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito. Questo tipo di cookies non necessita del consenso dei navigatori. 

Il consenso si intende accordato anche in modo implicito se l'utente prosegue la sua navigazione nel sito.

 

Inizia la Quaresima... Entrare nei racconti della Passione

Oggi entriamo nel tempo quaresimale. Ricordiamoci che siamo davvero in un tempo di grazia, siamo invitati dal papa a meditare e accogliere la figura di san Giuseppe, a riflettere e a vivere il valore della fraternità e il valore del vero amore nelle famiglie.

Nel tempo di quaresima vi invito a meditare la passione di Cristo. Almeno una volta alla settimana prendete il vangelo e con la vostra immaginazione entrate nei racconti della passione. Guardate Gesù come prega e si abbandona alla volontà del Padre nel momento forte di angoscia e di solitudine. Come accetta di bere il calice amaro, di farsi carico delle nostre sofferenze. Fermatevi a guardare Gesù come si lascia condannare, si lascia giudicare ma rimane fermo e stabile interiormente. Sa quando rispondere e come rispondere, sa anche quando tacere. Pensate che dolore avrà dentro il suo cuore nel sentirsi rifiutato e deriso, Lui che prova vero amore verso i suoi nemici e verso ciascuno di noi. Guardate Lui che è nudo, spogliato, umiliato trattato come un verme, un malfattore. E sentite la sua parola: Ho sete! È il grido di Dio che cerca l’uomo smarrito di oggi. Cerca l’uomo inabissato nel baratro dell’autodistruzione. Siamo nelle tenebre fitte, si dilaga ancora di più l’incredulità, l’immoralità, l’indifferenza religiosa, la corruzione e l’egoismo. Siamo nell’ora del mezzogiorno. Ma Gesù cerca l’uomo, cerca ciascuno di noi. Ha parole di riconciliazione. Mostra di essere Carità senza misura sulla croce e sa che l’uomo ha acqua per dissetarlo. Cerca persone capaci di consolarlo, che si fidano totalmente di Lui. Gesù ha sete! Sete dell’uomo capace di accoglierlo, di esprimergli gratitudine e atti d’amore. È proprio quando l’uomo scopre nel proprio cuore di avere spazi immensi e infiniti nell’amare Gesù, scopre la sua grandezza, scopre la sua dignità di figlio di Dio. Trova la vera pace e vera gioia.

Il mondo ha bisogno di Gesù. Tutto il resto è vanità. Nella Chiesa i discorsi sulla politica, sull’economia e sui processi di pace diventano inutili se non diventiamo fuoco di amore per Gesù e per ogni uomo e donna. Pietre vive infuocate. Poi viene tutto il resto.