Utilizziamo cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito. Questo tipo di cookies non necessita del consenso dei navigatori. 

Il consenso si intende accordato anche in modo implicito se l'utente prosegue la sua navigazione nel sito.

 

"La missione per me..."
La testimonianza di Michela

Alla missione che dal 22 al 25 novembre abbiamo fatto nella parrocchia sant'Egidio di Cesena hanno partecipato con noi anche due giovani: Filippo e Michela. Ecco la testimonianza che Michela ha scritto dopo questi giorni di missione.

Ringrazio Dio e le suore e i frati delle Cinque Pietre per avermi permesso di vivere questa esperienza che è stata molto importante e fruttuosa per me. Sono stati giorni intensi, impegnativi e indimenticabili per me. É stato bello poter condividere con loro e anche con le altre persone che abbiamo incontrato la fede in Dio con la preghiera e anche la comunione d'animo.

La mattina era dedicata ad andare a visitare gli ammalati e per me era la prima volta. Credo che sia stato il momento più forte e difficile che abbia vissuto durante questi giorni. All'inizio ero preoccupata e mi chiedevo cosa potessi dirgli, come potevo aiutarli, come potevo rendergli la giornata migliore e non trovavo risposta. Alla fine quando entravamo nelle case, ho cercato semplicemente di donarmi a loro, trasmettendogli dolcezza e amore vero e quanto l'amore di Dio è grande e può farci sentire la pace dentro di noi se ci affidiamo a lui. Il dolore ha un significato anche se spesso non possiamo capirlo, non abbiamo le risposte che vorremmo ricevere, ma la fede in Dio è ciò che ci aiuta ad andare avanti, ad affrontare, è importante fare la nostra parte ma anche affidarsi a lui.

Il pomeriggio invece era dedicato alla preghiera, pregare il rosario, i vespri, la messa e c'era anche la possibilità della confessione. Pregare e i momenti di silenzio mi hanno aiutato a rafforzare il mio rapporto intimo con Dio, sentivo che tutti i pensieri negativi andavano via e sentivo tanta gioia e pace dentro di me.

Mi sono sentita accolta dalla comunità, dalle famiglie, ho veramente provato la sensazione di essere in famiglia, di un amore reciproco.

Nelle varie serate, una volta abbiamo vissuto insieme l'adorazione eucaristica animata dai canti, nel quale sei davanti a Dio e puoi comunicare con lui.

Un'altra sera era per il concerto, attraverso i canti e le testimonianze raccontate abbiamo cercato di trasmettere chi è Dio nella nostra vita, come portare il suo amore agli altri e l'ultima sera c'era la catechesi, un momento molto importante, di ascolto, riflessione e anche condivisione.

È importante arricchirsi di Dio ma anche essere testimoni del suo amore portandolo a chiunque incontriamo.

La missione per me è stato essere al servizio di Dio e degli altri e questo è esattamente ciò che mi rende felice, che mi fa sentire la pienezza, cioè quando posso essere dono, strumento dell'amore di Dio.

 

VEDI LE FOTO DELLA MISSIONE A CESENA.

News Recenti

I più letti

  • Settimana

  • Mese

  • Tutti