Utilizziamo cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito. Questo tipo di cookies non necessita del consenso dei navigatori. 

Il consenso si intende accordato anche in modo implicito se l'utente prosegue la sua navigazione nel sito.

 

SENTINELLE SULLA CHIESA DI ROMA

La Chiesa, casa dalle porte aperte

Shalom a tutti, pietre vive! Il nostro caro papa, non sta davvero fermo un attimo e seguirlo sta diventando sempre più arduo… ma si sa, l’amore è fatto per essere diffuso, per essere donato e allora come poter restare fermi, quando nel mondo c’è così tanta sete di Amore?

Il papa questo lo sa bene e anche nel suo viaggio nei Paesi Balcani lascia il segno, il profumo del passaggio di Cristo. Francesco ha incontrato tante realtà e ha parlato a tutti di pace, di speranza, di sogni da realizzare, di Dio, della Madonna. “Una famiglia tra le famiglie”, questa è la chiesa, ci dice Francesco, una casa dalle porte aperte, aggiunge ancora.

Direi che in un mondo sempre più con le porte chiuse, dove c’è la paura dell’incontro con l’altro, dove ci riduce ai contatti spesso solo sui social, dove l’indifferenza ci porta a “ucciderci” gli uni gli altri, una casa dalle porte aperte è quello che ci voleva. Una casa dove, gli uomini e le donne di Dio (quelli veri, aggiungo io) non hanno paura di mettersi in gioco, hanno il coraggio di fare il primo passo, testimoniando che l’Amore non è morto, ma ha vinto ogni ostacolo. Questa casa è una casa con le porte aperte perché è madre, dice ancora Bergoglio. Poi aggiunge una cosa davvero toccante: la porta non è mai chiusa, perché è Maria che custodisce questa casa, e Lei, da tenera Madre, la chiave la lascia all’esterno, di modo che uno può aprire quando vuole. Questa è la chiave della speranza, della riconciliazione.

immaginiperiodico201905dChissà, mi vien da riflettere, se anche noi, nella porta del nostro cuore la chiave la lasciamo fuori o se invece dentro o se, peggio ancora, la buttiamo via, chiudendo definitivamente i rapporti con certe persone. Purtroppo capita talvolta così… ma non dimentichiamo che siamo fatti per essere amati ma anche per amare, quindi per generare amore, per generare la vita, per generare nuovi “figli”.

Anche il papa lo ricorda, dicendo che «la chiesa è una madre che fa suoi i problemi dei figli», e una madre dà sempre il buon esempio affinché i figli poi facciano altrettanto. Allora, armiamoci della forza che viene dallo Spirito Santo per lanciarci in nuove sfide, che possano buttare giù le nostre porte, per far spazio all’Amore che genera amore!

 

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DI QUESTO MESE