Utilizziamo cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito. Questo tipo di cookies non necessita del consenso dei navigatori. 

Il consenso si intende accordato anche in modo implicito se l'utente prosegue la sua navigazione nel sito.

 

LA LETTERA DEL NOSTRO FONDATORE

Uscire a seminare

«Il seminatore uscì a seminare…» (Matteo 13,3)

Uscire implica aprire la porta e muovere passi dove nulla è certo o rassicurante. Uscendo si lascia dietro di noi la tranquillità, ciò che dà sicurezza, per avviarci verso ciò che non conosciamo.

immaginiperiodico201903b«Uscì a seminare». Cosa puoi seminare se non ciò che le tue mani hanno prima faticosamente raccolto e custodito? Ogni giorno siamo chiamati a fare tesoro, “custodire” come Maria nel cuore il seme della Parola. Solo quando questa Parola è stata depositata nel nostro cuore, allora la nostra vita diventa un “uscire a seminare” perché avremo lasciato gli abiti dell’uomo vecchio, l’abito di coloro che pensano che essere cristiani significhi dare un po’ di colore ad un edificio oramai cadente.

Non c’è nessun desiderio di cambiamento, di rinnovamento, nei cuori di tanti che si dicono cristiani, il “si è sempre fatto così” ha paralizzato tante nostre scelte.

Se non lasciamo che il Vangelo, Gesù vivente, permei la nostra vita, non usciremo mai a seminare. Potremo fare sì tante cose, ma non annunciare il Vangelo, non portare la salvezza.

Se non usciamo a seminare, altri semi riempiranno i cuori rimasti vuoti, dottrine subdole che vendono illusioni a buon mercato promettendo benessere, salute, vita felice e piena di energia, ma che portano ad essere ripiegati in se stessi, divenendo in realtà “belli esternamente ma pieni di ogni putridume all’interno”.

immaginiperiodico201903cQuesto tempo di Quaresima diventa opportunità da cogliere per leggere con più fervore la Parola di Dio, imparare una frase al giorno, ritrovare in essa la freschezza della nostra chiamata, la chiamata alla vita e a vivere da figli di Dio.

Gesù ci invita ad uscire, seminare, annunciare quel vangelo che ha riempito di senso e di stupore la nostra vita e quella di tanti nostri fratelli; impariamo dai santi.

Amate “Pietre Vive” non stanchiamoci di donare Gesù agli altri nostri fratelli e sorelle. Lui solo è la Via la Verità e la Vita.

p. Giovanni dell’Immacolata

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DI QUESTO MESE