Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /data/vhosts/cinquepietre.org/httpdocs/plugins/system/jabuilder/helper.php on line 265
Abbassarsi per capire il mondo Verso uno stile comune

Utilizziamo cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito. Questo tipo di cookies non necessita del consenso dei navigatori. 

Il consenso si intende accordato anche in modo implicito se l'utente prosegue la sua navigazione nel sito.

 

SENTINELLE SULLA CHIESA DI ROMA

Abbassarsi per capire il mondo

Shalom pietre vive!! Eccoci al primo appuntamento del nuovo anno, di questo 2019 che spero, ci ritrovi, oltre che con qualche chilogrammo in più, anche con un cuore più grande, più largo, più dilatato, perché ha saputo farsi piccolo, ha saputo farsi umile.

Questo insegnamento sull’umiltà ce lo danno i bambini e il papa, che ama i bambini in modo speciale, non poteva non servirsi di loro per istruirci sulla strada della piccolezza.

Nella sua visita al Dispensario pediatrico Santa Marta, papa Francesco, seduto sui gradini, tra i piccoli, richiama all’importanza di abbassarsi, per poter vincere l’orgoglio e la presunzione e poter davvero capire il mondo. Ribadisce Bergoglio che ai piccoli noi diamo tante cose, ma anche loro ci danno un annuncio: che per capire la realtà della vita dobbiamo abbassarci, come quando ci abbassiamo appunto, per baciare un bambino. Gli orgogliosi e i superbi non possono capire la vita, perché non sono capaci di abbassarsi.

immaginiperiodico20190115cQuesto, mi sembra un insegnamento davvero importante. Chissà quante volte ci abbassiamo per baciare dei bambini, e chissà quante volte in questo Natale ci siamo abbassati per baciare il bambinello Gesù, ma poi, forse non siamo riusciti ad abbassare i muri del nostro cuore, per incontrare il prossimo, per vedere il punto di vista dell’altro. Gesù, ci ha chiesto di abbassarci, per baciarlo, ma non vuole che tutto finisca lì, o che si riduca ai giorni di Natale, dove tutti siamo più buoni. No. Vuole che possiamo, accogliendo lui, baciando lui, abbracciare il mondo intero.

Il papa in questo ci è davvero maestro, perché di continuo si abbassa per baciare chi ha bisogno, per baciare le disuguaglianze e curare quelle ferite causate dall’odio umano, per baciare ogni peccatore, anche chi, ai nostri occhi meriterebbe la condanna. Sì, e in questa occasione ha saputo farsi bambino, ma con un cuore di uomo, anzi, con un cuore di padre, per baciare ognuno di noi e guidarci alla santità… grazie papa Francesco!

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DI QUESTO MESE